Lazy o Eager Zeroed?

Quando aggiungiamo un disco ad una macchina virtuale VMware, abbiamo la possibilità di scegliere il tipo di “provisioning”. In modo “thick” lo spazio viene immediatamente allocato, riducendo il datastore delle dimensioni del nuovo disco. In modo “thin” invece lo spazio viene allocato man mano che il disco virtuale cresce, consentendoci di fare del “over-provisioning” ma con il rischio di trovarci il datastore pieno se non monitoriamo la crescita delle VM.

Riguardo la modalità “thick” abbiamo due possibilità: lazy-zeroed ed eager-zeroed. Qual è la differenza?

VMAddDisk

VMware riserva lo spazio disco ma può decidere se azzerare (da cui “zeroed”) i blocchi allocati subito – “eager” – oppure nel momento in cui saranno effettivamente utilizzati – “lazy”. La creazione di un disco eager-zeroed è infatti molto più lenta, perché l’intero spazio viene azzerato subito e possono volerci minuti in funzione delle prestazioni dello storage.

La differenza è importante per le applicazioni che fanno un I/O intensivo con archivi che tendono a crescere nel tempo. La latenza introdotta dall’azzeramento del blocco può essere rilevante ed alterare le performance. Meglio quindi per queste VM creare subito dei dischi eager-zeroed.

L’incremento di latenza risulta lieve con storage classici (HDD) che erogano pochi IOPS. Come si può vedere dal test, la differenza è circa del 5%

Ma con storage performanti (SSD/Flash) la perdita di prestazioni può essere notevole, anche dell’ordine del 10-20%.

 

Chiama subito per maggiori informazioni +39 0113473770
oppure lasciaci i tuoi recapiti e sarai contattato il prima possibile:



 

 

Lascia un commento