NAV 2017 Lock & Performance

Forse è proprio vero, le versioni dei prodotti Microsoft funzionano bene una sì ed una no… dopo NAV 2016, troppo acerba e per certi versi instabile, la nuova versione 2017 porta con sé importanti novità. Oggi parliamo delle nuove essenziali funzioni per individuare i rallentamenti dovuti al database; quando tutto si blocca per minuti ecco come scoprirne la causa.

Dalla versione 2013, Microsoft ha introdotto il “pooling” delle connessioni al database. In pratica l’accesso al database era condiviso tra più utenti applicativi, quindi non era possibile sapere chi stesse bloccando cosa. Il legame tra ID connessione database e ID sessione NAV era interno all’Application Server e non c’era verso di estrarlo; inoltre dopo pochi secondi lo stesso ID database poteva servire un altro utente NAV.

A loro dire (Microsoft) questa gestione è migliore per le performance e per mantenere basso il carico di rete di SQL. In realtà ha impedito per anni di diagnosticare efficacemente la causa dei blocchi del sistema, facendoci ricorrere a strumenti esterni come il Profiler.

Finalmente, con NAV 2017, è comparsa la page “Blocchi database” che mostra (esattamente come in passato) le seguenti informazioni:

  • Nome tabella bloccata
  • Tipo di blocco
  • Nome utente bloccante
  • Tipo e numero dell’oggetto
  • Metodo

Ecco un esempio:

Altra sorpresa è stata la comparsa (spontanea) nel registro eventi di Windows di avvisi legati alle performance.

Ogni volta che una query supera la soglia di 1 secondo viene tracciata, affinché sia più facile individuare e correggere eventuali indici mancanti:

Prima, per individuare un rallentamento occorso nel passato (magari dopo segnalazione di un utente), era necessario lasciare un Profiler sempre attivo. Il numero di righe generate dal Profiler può essere eccessivo così come la loro analisi. Adesso, semplicemente consultando il registro eventi, la diagnosi è molto più facile.

 

Chiama subito per maggiori informazioni +39 0113473770
oppure lasciaci i tuoi recapiti e sarai contattato il prima possibile:



 

Lascia un commento